Studio Minerva | Osteopata a Milano

Il blog della salute

La respirazione: cos’è e come funziona

| 1 commento

respirazione

Tutti sappiamo quanto sia importante una corretta respirazione, ma conosciamo davvero come funziona la nostra respirazione? Sappiamo capire se respiriamo correttamente?

Cos’è?

La respirazione è una funzione vitale che permette lo scambio di gas tra l’ambiente esterno e il sangue. Lo scambio avviene tramite l’apparato respiratorio. Questo porta l’ossigeno alle cellule che lo scambiano eliminando l’anidride carbonica.

Come funziona?

L’atto respiratorio si compone di due fasi principali: l’inspirazione e l’espirazione.

L’inspirazione è un movimento attivo risultato dalla contrazione della muscolatura della gabbia toracica, in particolare del diaframma, muscolo a forma di cupola convessa verso l’alto posto trasversalmente che divide il torace e l’addome.

Durante l’inspirazione il diaframma si contrae abbassandosi, questo permette alla gabbia toracica di espandesi permettendo ai polmoni di riempirsi di aria. Oltre al diaframma si contraggono anche i muscoli intercostali esterni, coadiuvati dalla muscolatura cervicale e dorsale alta durante l’atto inspiratorio forzato.

L’espirazione, invece, avviene in modo passivo dato dal ritorno elastico dei polmoni e dal rilassamento della muscolatura inspiratoria; l’espirazione forzata, tuttavia, recluta il retto dell’addome.

respirazioneSi può dunque comprendere quanto sia importante il ruolo svolto dalla componente muscolare, e quindi come un suo scorretto o scarso utilizzo possa avere ripercussioni sulla respirazione.

E voi, come respirate?

Provate a risposte a queste domande.

  • Mi capita ogni tanto di sentire il bisogno di prendere un lungo respiro?
  • Il respiro è solitamente breve, come quello del cagnolino?
  • Mi accorgo ogni tanto di trattenere il respiro?
  •  Quando mi muovo più velocemente mi viene il fiatone?
  • Quando faccio uno sforzo trattengo il respiro?

Se avete risposto di sì ad almeno tre domande, è arrivata l’ora di allenarvi a respirare meglio!

Come si fa?

La respirazione è intimamente legata all’apparato cardiovascolare che provvede ad ossigenare e portare sostanze nutritizie al corpo per produrre attività fisica.

Durante uno sforzo fisico l’espirazione viene associata alla fase concentrica del lavoro, cioè quando si fa lo sforzo, mentre l’inspirazione alla fase eccentrica, quindi quando si è in scarico. L’espirazione permette di eliminare le tossine e i prodotti di scarto derivanti dalla contrazione muscolare, mentre l’inspirazione comporta l’ ossigenazione e l’apporto si sostanze nutritizie.

Per questo RESPIRARE BENE è importante!

Quando la respirazione è corretta si è più sani, più forti e più felici. Infatti, i modi di dire più comuni riguardo al respiro sono correlati allo stato d’animo, ad esempio tirare un respiro di sollievo, respirare a pieni polmoni, sentirsi soffocare, restare col fiato sospeso e così via.

Purtroppo la maggioranza di noi usa solamente un terzo della reale capacità respiratoria a disposizione e ognuno ha il suo modo di respirare. Comunque, sono state identificate diverse modalità di respirazione:

respirazione-in-gravidanza

  • respirazione alta: viene utilizzata principalmente nei momenti sedentari, è una modalità di respiro veloce e poco profondo che coinvolge la muscolatura alta del torace e quella cervicale (1);
  • respirazione media: aumenta leggermente la quantità di aria inalata coinvolgendo maggiormente la componente polmonare (1);
  • respirazione bassa: coinvolge principalmente il diaframma e la parte bassa della gabbia toracica (2);
  • respirazione totale: che comprende tutte le precedenti coinvolgendo completamente i polmoni e la muscolatura della gabbia toracica (3).

Naturalmente la modalità più corretta da adottare è quella totale, ecco qui di seguito un semplice esercizio mirato che vi aiuteranno ad avere una migliore respirazione.

esercizi respirazioneQuesto esercizio si può compiere in piedi, seduti o sdraiati, con le mani come nell’immagine per migliorare l’espansione toracica oppure una sul torace e una sull’addome per apprezzare meglio il movimento respiratorio.

Durante l’inspirazione si cerca di alzare prima l’addome (fig.1 n.1) e poi il torace (fig.1 n.2), compiere un apnea di alcuni secondi e poi espirare abbassando prima l’addome (fig.2 n.1) e poi il torace (fig.2 n.2) seguita anch’essa da un apnea di pochi secondi per poi ripetere l’esercizio da capo. La respirazione durante questo esercizio è lenta e si inspira dal naso.

Provate a casa! Non costa nulla e riuscirete ad apprezzare la differenza!

 

fonte: benessere.com

Un commento

  1. Pingback: Postura in gravidanza - Studio Minerva | Osteopata a Milano

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.


Menu Title